Chi è, cosa fa, qual è il ruolo del Social Media Manager? Scoprendo quali sono le mansioni e le competenze del SMM capirai perché rivolgersi a lui.

Questa figura professionale sempre più richiesta dalle aziende si occupa della promozione digitale, ma non basta questa semplice definizione per fare un identikit del SMM. Le sue mansioni e competenze vanno ben oltre la semplice gestione dei social network, delle campagne adv o della pubblicazione di post.

Ti descriveremo le sue mansioni ma sappi che il Social Media Manager ideale deve possedere non solo  buone competenze tecniche ma anche attitudini e qualità personali come creatività, curiosità, adattabilità, ottime capacità comunicative (saper parlare in pubblico).

Andiamo per gradi: chi è e cosa fa in pratica il Social Media Manager?

Scoprilo in questa guida.

Chi è e qual è il ruolo del Social Media Manager?

Nell’ambito del social media marketing, il SMM è impegnato nell’organizzazione a lungo termine delle attività da concretizzare nei diversi social network. Se il Social Media Strategist pianifica la strada, il SMM mette in atto i progetti traducendoli in azioni concrete. Organizza a 360 gradi le attività sui social di un’azienda, guida le azioni di Facebook Specialist, Digital Advertising Manager, community manager, grafici e web copywriter.

Tutto ciò che fa è finalizzato ad aumentare il ROI nel business aziendale, migliorando la brand awareness e reputation. Il suo obiettivo consiste nell’incrementare la presenza online, generare leads, creare engagement ed una community attiva, fidelizzare gli utenti, interagire con essi, fare anche da moderatore.

E’ sua la gestione operativa di profili, pagine ed account ufficiali del cliente. Oltre a gestire i principali social come Facebook, YouTube, Instagram e Twitter, può curare anche il blog aziendale.

Elabora strategie di comunicazione efficaci e delinea un piano editoriale per creare contenuti ad hoc (testi, immagini, video virali, contest interattivi) allo scopo di far crescere il numero di follower.

Il Social Media Manager analizza ed interpreta i dati perché anche e, soprattutto, l’analisi dei dati fa parte della strategia di marketing. Studia i dati che provengono dai social media e dal web utilizzando tool di analisi ed ascolto della rete. L’obiettivo è individuare trend e target delle attività di marketing e comunicazione che gli competono.

Competenze essenziali del Social Media Manager

Il SSM deve possedere determinate competenze professionali insieme a specifiche attitudini e caratteristiche personali:

– conoscenza e padronanza nell’utilizzo dei maggiori social network (inclusi i principali tool per la gestione ed analisi dei dati);

– abilità e dimestichezza nell’uso di tool e programmi di terze parti che consentano di gestire software multisocial (più social contemporaneamente, in modo coordinato) come Buffer, Hootsuite, PostPickr, Mention e Socialbakers;

– capacità nella creazione di contenuti di qualità, competenze in copywriting e scrittura creativa, lingue, ecc. Utilizza strumenti per la ricerca di keyword, ottimizza i contenuti in ottica SEO;

– grafica, realizzazione di foto, video making con capacità di utilizzare tool come Canva (grafica) o Clips (video);

– conoscenza del codice HTML e di software specifici;

– capacità di analisi e di interpretazione dei dati provenienti dal web e dai social network. Attraverso le statistiche è possibile monitorare l’andamento e le performance dei social media per capire se una strategia funziona o meno. Per il monitoraggio dei social media e la misurazione delle performance, il SMM utilizza tool come Facebook Insights e Google Analytics;

– capacità di gestire il budget disponibile per un progetto;

– spirito creativo;

– elevate doti comunicative;

– ottime capacità di multitasking ed organizzazione;

– problem solving (anche nell’ambito del customer service e nell’interazione con i clienti) ed atteggiamento positivo.

Nel concretizzare una strategia social, il Social Media Manager potrebbe richiedere la collaborazione di altre figure professionali come copywriter, grafico web, videomaker.

Un plus decisamente utile a livello operativo è la conoscenza della psicologia comportamentale per lo studio dei trend.

Mansioni del SMM: la sua giornata tipo

Qual è il ruolo del Social Media Manager è ormai chiaro, ma qual è la sua giornata tipo?

Ecco cosa fa, da un punto di vista pratico, il Social Media Manager:

– delinea la strategia digitale da adottare;

– gestisce i profili social di un’azienda, un brand, un personaggio e, se necessario, anche il blog;

– pianifica, crea e pubblica contenuti sui canali social e su eventuali blog;

– organizza il calendario editoriale;

– imposta correttamente gli strumenti di tracking (pixel, monitoring tool, tag, ecc);

– si occupa di campagne ads pubblicando post a pagamento;

– migliora la brand awareness e la reputation del cliente;

– incrementa l’engagement degli utenti ed il numero di follower, identifica i clienti target, genera traffico in entrata;

– fidelizza i clienti, interagisce con gli utenti e modera i commenti, supporta le vendite;

– redige analisi e report periodicamente (da presentare al Marketing Manager) monitorando le performance (numero di follower, like, condivisioni, ecc.);

– si aggiorna continuamente sui nuovi trend social, ricerca contenuti interessanti e hot topics mirati da condividere;

– gestisce i rapporti con blogger ed influencer.

Perché rivolgersi al Social Media Manager?

Per fare business ed ottenere risultati tangibili, non basta pubblicare post.

Un’azienda che vuole crescere ha bisogno del Social Media Manager: è la voce dell’azienda stessa che, oltre a possedere le competenze tecniche di social media marketing e pianificare strategie, cura i contatti con i clienti. Un compito essenziale in tempi come i nostri in cui i consumatori sono always-on grazie al mobile.

Un esperto di social network assicura buoni risultati in termini di brand awareness e reputation online di un brand, un legame più stretto con clienti o potenziali clienti, un’analisi accurata e costante delle performance aziendali.

I social network svolgono ormai un ruolo essenziale per la notorietà e reputazione di un’azienda. La reputazione online non è un gioco: il brand ci mette la faccia e ‘parla’ in prima persona. Continuare a sottovalutare il fatto che i social richiedono professionalità ed aggiornamento costante è un errore che potrebbe costare caro.

Emilio Vincenzo Bonura

Author Emilio Vincenzo Bonura

Ciao sono Emilio Bonura, Social Media Manager. Mi è sempre piaciuto osservare attentamente e mettermi nel ruolo del cliente, comprendendo la sua storia per costruire la strategia più efficace. L’osservazione e l’analisi sono i miei primi punti di forza. Ed è questa la chiave della mia professionalità.

More posts by Emilio Vincenzo Bonura