Per incrementare il business di un’azienda, è meglio Facebook o Google? Funziona di più Google AdWords o Facebook Ads? E’ la domanda a cui, prima o poi, dovrai rispondere se hai davvero intenzione di far aumentare le vendite.

L’ideale sarebbe estendere la strategia di advertising ad entrambe le piattaforme ma, avendo a disposizione un budget limitato, cosa scegliere? La via social o il motore di ricerca?

Per rispondere seriamente a questa domanda, bisogna capire bene come funzionano  Facebook e Google, i pro e contro di entrambi.

Meglio Facebook o Google? Due strumenti di advertising diversi

Quando si nominano Facebook e Google, si pensa subito a due concorrenti titanici. Sbagliato. Sono due strumenti di advertising diversi perché prevedono un comportamento differente dell’utente target.

Google (search engine) consente agli utenti di navigare attivamente alla ricerca di qualcosa di loro interesse. Attraverso il posizionamento sulla SERP, Google AdWords ti permette di raggiungere utenti che già sanno cosa desiderano.

Su Facebook (social network) gli utenti visualizzano passivamente i contenuti: scorrono costantemente davanti ai loro occhi senza che eseguano una ricerca attiva. Di conseguenza, puoi raggiungere persone che ancora non sanno se e quanto sono interessati ai tuoi prodotti o servizi.

Non è corretto chiedersi quale sia lo strumento migliore. Chiediti, piuttosto: in base ai tuoi obiettivi, quale dei due ti fa più comodo? In fondo, Google AdWords e Facebook Ads, se sfruttati nel modo giusto, sono entrambi in grado di farti ottenere il miglior ROI per il tuo e-commerce o attività. Entrambi possono incrementare la tua pubblicità mobile perfezionando il tuo targeting.

La vera scelta sta nella strategia: il tuo obiettivo principale è far conoscere il tuo brand o farti trovare da chi cerca prodotti come quelli che offri?

Pro e contro di Facebook Ads

La questione comincia ad incuriosirti mentre noi entriamo nel cuore della guida spiegandoti, in breve, quali sono i pro e contro di Facebook Ads e Google AdWords.

Soltanto dopo aver scoperto tutto potrai finalmente comprendere se, per te, è meglio Facebook o Google.

Cominciamo con Facebook Ads.

Vantaggi

– Messaggio di advertising ad alto impatto visivo: FB dà particolare importanza alle immagini ed ai video da commentare, condividere, far diventare virali. Se vuoi puntare sull’immagine e sulla comunicazione in video, Facebook ti dà la possibilità di sfruttare al massimo l’impatto emotivo di contenuti visivi accattivanti;

Target mirato: Facebook ti permette di individuare e raggiungere un pubblico mirato in base alla tua attività, quindi di selezionare potenziali clienti in base a vari fattori (età, provenienza, interessi, gusti, comportamento);

ROI elevato: con un budget contenuto puoi indirizzare rapidamente molte persone verso il tuo sito.

Svantaggi

– Le conversioni dirette non sono facili: l’utente che viene ‘intercettato’ dalla tua pubblicità su FB non ha ancora bisogno dei tuoi prodotti o servizi. Per ottenere una conversione diretta, dovrai informare costantemente gli utenti, non farti dimenticare nel momento in cui, per necessità, potrebbero scegliere te come fornitore;

– rischio di dispersioni di budget, di spendere soldi inutilmente se la tua campagna di advertising non è impostata in modo tale da risultare efficace e performante.

Pro e contro di Google AdWords

Passiamo ora a Google AdWords basato sul search engine.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Vantaggi

– Segue il search intent, l’intenzione di ricerca dell’utente, quindi le conversioni dirette sono più facili da ottenere. Google ha rappresentato una rivoluzione in questo senso. L’utente cerca quello di cui ha bisogno e che desidera. Questo sistema consente alle aziende di ottenere tantissime visite di utenti realmente interessati a ciò che offrono. E’ perfetto per promuovere un sito e-commerce o sponsorizzare video su YouTube. Digitando la keyword sul motore di ricerca vengono intercettate solo persone già consapevoli di ciò che stanno cercando;

– il pubblico potenziale è enorme considerando il numero di utenti di Google nel mondo;

premia la qualità dei contenuti, l’algoritmo di Google restituisce un risultato di ricerca coerente con i bisogni dell’utenza.

Svantaggi

meno versatile, non ti consente di scatenare la fantasia come succede su Facebook. Non puoi, ad esempio, promuovere il tuo brand utilizzando vari formati (immagini, video) a meno che non sfrutti i canali Google Shopping o YouTube;

strumento di marketing complesso, difficile da gestire, che richiede il supporto di marketer professionisti.

costi e rischi di cattiva gestione più elevati: se gestito in modo scorretto, si possono perdere molti soldi. Ogni clic ha un costo, quindi il pay-per-click (pagamento a clic) può arrivare a costare parecchio;

settore di riferimento: in base al settore, i costi di una campagna adv possono essere alti;

l’audience potrebbe risultare limitata visto che viene intercettato soltanto chi cerca un prodotto o servizio tramite il search engine.

Pubblicità social o con motore di ricerca: meglio Facebook o Google?

Le due piattaforme, se usate al meglio, possono funzionare entrambe.

Il successo della tua campagna di advertising su Facebook o Google dipenderà dagli obiettivi che vuoi raggiungere, dalle tue esigenze.

Punti alle conversioni dirette? Alla vendita diretta? Allora, dovresti scegliere Google Adwords che, pur essendo più costoso, ti mette a disposizione ottimi strumenti di gestione ed analisi, un traffico nettamente superiore.

Ti interessa la brand awareness, la lead generation? In parole povere, vuoi far conoscere la tua azienda? Per ottenere risultati in questo senso, Facebook Ads è migliore.

In entrambi i casi, l’importante è non improvvisarsi marketer ma affidarsi ad esperti.

Chi punta alla visibilità ed ha il budget per farlo, dovrebbe impostare campagne adv sia su Facebook sia su Google.

Emilio Vincenzo Bonura

Author Emilio Vincenzo Bonura

Ciao sono Emilio Bonura, Social Media Manager. Mi è sempre piaciuto osservare attentamente e mettermi nel ruolo del cliente, comprendendo la sua storia per costruire la strategia più efficace. L’osservazione e l’analisi sono i miei primi punti di forza. Ed è questa la chiave della mia professionalità.

More posts by Emilio Vincenzo Bonura