Spesso mi chiedono quale sia il mio lavoro ed in particolare quale sia la strategia che adotto con i miei clienti.

Il lavoro del Social Media Manager è un lavoro complesso, se viene fatto con estrema precisione e con una visione prospettica.

Ha molte sfaccettature e richiede diverse competenze. La prima competenza fondamentale è la capacità di analisi: è fondamentale comprendere, conoscere ed approfondire meglio la categoria merceologica del nostro cliente.

Se non conosco a fondo il prodotto, non posso pretendere di creare una strategia social tagliata su misura.

E’, infatti, una fase fondamentale! Rappresenta la base di partenza per poter creare una strategia ad hoc e un piano editoriale adeguato agli obiettivi che insieme al cliente ci prefiggiamo.

Ma come possono conoscere a fondo il prodotto?

Per capire e inquadrare meglio il settore su cui andare a lavorare, bisogna partire sempre dall’utente e dalle “leve” che possono aiutare le persone a scegliere e acquistare un determinato prodotto.

Per esempio, se dovessimo lavorare con un’azienda che commercializza ARANCE BIOLOGICHE dovremmo in prima battuta analizzare il target.

Questo implica capire quali sono i driver motivazionali che spingono il target a scegliere un prodotto BIO e comprendere quali sono gli argomenti che le persone ricercano sui motori di ricerca.

È fondamentale analizzare il processo di acquisto (se questo è lungo o breve) che percorre la persona che decide di comprare un prodotto come quello delle ARANCE BIOLOGICHE.

Una delle prime domande che un SMM dovrebbe farsi è:

Per quale motivo un utente dovrebbe acquistare un prodotto BIO da un sito piuttosto che da un altro?

Ma non solo… sarà necessario analizzare chi sono i concorrenti più competitivi sul mercato che commercializzano prodotti BIO e cercare di comprendere quale sia la loro strategia.

Successivamente, una delle prime cose da fare è quello di intervistare il responsabile dell’azienda per capire esattamente quali sono i punti di forza del proprio prodotto BIOLOGICO, le caratteristiche della propria produzione, capire perché le persone hanno scelto proprio la tua azienda e non un’altra.

Di fondamentale importanza anche il famoso “occhio critico”: il Social Media Manager, nel cercare di comprendere quale potrebbe essere la strategia corretta per l’azienda di ARANCE BIO, deve anche analizzare i “punti critici” che possono far bloccare l’utente nel suo processo d’acquisto. La domanda chiave è: perché un eventuale utente non arriva a comprare il mio prodotto e lascia il sito?

Il lavoro di SSM è un lavoro di relazione, di presenza – potrebbe sembrare quasi un paradosso per chi lavora nel mondo DIGITAL!

Oltre che interagire e creare una relazione direttamente con le persone, il Social Media Manager durante il suo lavoro con un nuovo cliente, come ad esempio l’azienda di ARANCE BIOLOGICHE, può affidarsi e farsi supportare anche da TOOL che facilitano a capire meglio:

  • Cosa cercano le persone in rete sotto forma, ad esempio, di domanda palese su Google
  • Cercare tutti quei temi specifici trattati da redazionali di settore per argomenti che possano portare traffico selezionato sul nostro sito con l’obiettivo di poterlo utilizzare in seguito
Emilio Vincenzo Bonura

Author Emilio Vincenzo Bonura

Ciao sono Emilio Bonura, Social Media Manager. Mi è sempre piaciuto osservare attentamente e mettermi nel ruolo del cliente, comprendendo la sua storia per costruire la strategia più efficace. L’osservazione e l’analisi sono i miei primi punti di forza. Ed è questa la chiave della mia professionalità.

More posts by Emilio Vincenzo Bonura